Le Ricette

Pasta e ceci alla romana
 


Le ricette


tempo di preparazione
TEMPO DI PREPARAZIONE
120 min
difficolt
DIFFICOLTA'
Media
tipo
TIPO
Primo piatto
regione
REGIONE ITALIANA
Lazio


Ingredienti per 4 persone


300 g di ceci


150 g di ditaloni rigati Barilla


uno spicchio d'aglio


2 acciughe salate


un rametto di rosmarino


4 cucchiai di olio extravergine di oliva


30 g di conserva di pomodoro


sale e pepe q.b.


Ingredienti


paglia e fieno

Preparazione 30 minuti per la preparazione + 90 minuti per la cottura

1

Mettete i ceci a bagno in acqua fredda, per 12 ore. Dopo averli fatti ammorbidire, scolate i ceci e lessateli in acqua salata bollente con il rosmarino, facendoli cuocere per un’ora e mezza.

2

Ponete un’altra pentola su un fuoco di media intensità con l’olio e, appena questo sarà caldo, l’aglio pelato e tritato e, appena questo avrà preso colore, le acciughe lavate, spinate e spezzettate.

3

Lasciate soffriggere e, quando le acciughe si saranno sfatte nell’olio, aggiungete la conserva di pomodoro diluita con 2 o 3 cucchiai dell’acqua di cottura dei ceci. Lasciate cuocere per 10 minuti, quindi travasate i ceci con la loro acqua di cottura in questa pentola, eliminando il rosmarino.

4

Appena la zuppa riprenderà a bollire, unitevi la pasta e lasciate cuocere per il tempo indicato sulla confezione. La minestra deve risultare piuttosto densa e va servita con pepe nero appena macinato.


Prodotti tipici (1)



L’olio d’oliva è alimento antichissimo, nato sulle rive del mar Mediterraneo grazie allo sfruttamento dell’olivo, già in epoche antichissime.

Tags: Estate, Spezie-condimenti-salse, Autunno, Inverno, Primavera




Vino abbinato

Servire un vino bianco dal colore giallo paglierino con profumi di fiori e frutta matura, secco, caldo, abbastanza morbido, fresco con una leggera sapidà. Lazio IGT Pecorino.


Consigli dello Chef

Per questa ricetta non sono previsti consigli dello chef.

Vino abbinato

Servire un vino bianco dal colore giallo paglierino con profumi di fiori e frutta matura, secco, caldo, abbastanza morbido, fresco con una leggera sapidà. Lazio IGT Pecorino.


Consigli dello Chef

Per questa ricetta non sono previsti consigli dello chef.

Lasciati ispirare


Salsiccia di castrato
Tipico insaccato ovino della Valcamonica, prodotto ...

Come utilizzare le uova
Le uova sono uno degli alimenti ...

Come preparare il brodo di pesce
Una preparazione di base meno utilizzata ...

Razza
Nome comune con cui si indica ...

Rosetta
Forma di pane comune di piccola ...

Barba di cappuccino
Piantaggine (Plantago coronopus) della famiglia della ...

Canestrato pugliese DOP
Il Canestrato Pugliese è un formaggio ...

Spongata
La Spongata è una torta di ...

Casarecce
 Le Casarecce sono originarie della Sicilia, ...

Come preparare il pan di spagna
Soffice e leggera, è una pasta ...

Pecorino a pasta molle
E' un tipo di lavorazione del ...

Tavola tricolore
 Bianco rosso e verde  nel piatto ...

Raviggiolo
Formaggio ottenuto da latte di pecora ...

Beccabunga o veronica beccabunga
Pianta erbacea della famiglia delle Scrofulariacee, ...

Melagrana
Bacca coriacea sferica con un ciuffo ...

La regina del bosco e della tavola
Andare alla ricerca delle castagne che ...

Sapori d’Autunno
Academia Barilla vi invita ad immergervi ...

Come preparare la polenta
Il cibo più tipico delle regioni ...

Angostura
Essenza per liquori, dal colore caramello ...

Come pulire i carciofi
I Carciofi fanno parte praticamente da ...

Curcuma
Pianta erbacea della famiglia delle Zinziberacee, ...

Radicchio di Treviso IGP
Apprezzato fin dall’antichità per le sue ...

Salsiccia di polmone
La salsiccia di polmone, piccante, diffusa ...

Paglia e Fieno all'uovo
La "Paglia e Fieno" Emiliane Barilla ...

Lieviti
Microrganismi unicellulari appartenenti agli Eumiceti, hanno ...

Come cuocere alla piastra
Un metodo di cottura salturare che ...

Uva
Infruttescenza della vite, arbusto rampicante della ...

Fiore di zucca
Si tratta in particolare dei fiori, ...